Raggiungere 100/100 con Google PageSpeed Insight

novembre 4, 2017Web DesignWordpress0

pagespeed-insight-cover-seo-design-siti-internet-1200x675.jpg

Google PageSpeed Insight è uno dei molti strumenti utilizzati da sviluppatori e non per ottenere statistiche sulle effettive performance del proprio sito. Fornisce inoltre anche un valido aiuto nella ricerca di informazioni su come ottimizzare al meglio le prestazioni del proprio spazio nell’affollato mondo del web. Diventa quindi imprescindibile, ai fini strettamente seo, rendere il nostro sito più veloce, aggiornato ed ottimizzato possibile in modo tale da favorire la sua corretta indicizzazione nei motori di ricerca.

100/100 con Google PageSpeed Insight
100/100 con Google PageSpeed Insight sia in versione per Dispositivi Mobili che in quella Desktop

Non solum, sed etiam

Attenti che il raggiungimento del fatidico 100/100 non farà schizzare il vostro sito in prima posizione nelle ricerche di Google o Bing: semplicemente sarà un riflesso della cura che avete messo nella costruzione dello stesso, caratteristica che sicuramente andrà a beneficiare il vostro posizionamento in seguito.
Questi strumenti, come appunto Google PageSpeed Insight, Pingdom oppure GTMetrix, ci aiutano a comprendere meglio parte della logica secondo la quale il nostro sito viene valutato dai motori di ricerca.
Non dobbiamo dimenticarci però che è altrettanto importante curare la UX. Per UX intendiamo la user experience, ovvero ciò che l’utente prova quando utilizza un prodotto o un servizio. Questo ci consentirà di fornire ai nostri utenti uno strumento funzionale attraverso il quale fruire di servizi e contenuti  in modo organizzato, piacevole, coerente e concreto.
Dobbiamo sempre tenere ben presente che al primo posto ci devono essere contenuti di qualità presentati in modo corretto, al di là di qualsiasi effetto o transizione jQuery che andrebbe a distrarre la navigazione, allontanando di fatto il visitatore dalla nostra pagina.

100/100 con Google PageSpeed Insight: devo arrivarci per forza?

Ho notato che il 100/100 è diventato una chimera per molti, anche se rappresenta giusto un insieme di linee guida che ognuno dovrebbe seguire mentre nello sviluppo del proprio sito. Ottimizzare le immagini, ad esempio, farà si che i vostri visitatori non debbano aspettare ulteriormente il caricamento della pagina.
Seguire queste pratiche nella maggior parte dei casi porterà beneficio in modo percepibile alla navigazione, quindi perché non farlo?

100/100: come faccio ad arrivarci?

Nei prossimi articoli andremo ad analizzare alcune delle pratiche che questi stessi strumenti ci suggeriscono, cercando di capire come migliorare il nostro sito sia attraverso la modifica manuale del codice che tramite l’utilizzo di plugin, comodamente dal pannello di amministrazione di WordPress.

Leggi anche: Ottimizzare PageSpeed Insight: Sfrutta la cache del browser

<<Ritorna al blog

 

Lascia una risposta

La tua email non verrà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati *